La pupilla è aguzza come una falce di luna e appuntita la lingua dentro il becco ad armare le sue parole…

Sono arruffate queste piume,
mentre tenta di sollevarsi in volo
appesantito dalla polvere della città,
le lunghe zampe esili,
e un casco sbilenco allacciato goffamente
protegge la fronte
portatrice di sogni e di idee.

È un airone ammaccato
sbeccato
incurvato
Il soldato di questo domani

ma la pupilla è aguzza come una falce di luna,
appuntita la sua lingua,
e il suo pensiero è lucido
mentre il sole si riflette sul ricordo
del bianco perlaceo di quelle ali.

Nell’alba di DOMANI vive ancora la SPERANZA
di sfiorare con le dita
i colori
dell’ARCOBALENO.

Identità

Chi sono IO,
Se non quella che sono
Semplicemente me stessa.
Chi siamo noi,
noi che ci abbracciamo nel caldo della casa,
Una carezza ad un naso umido
E l’altra ad un manto di velluto grigio.
Cosa saremmo NOI
Se non fossimo così,
Casinisti e innamorati
Semplici ma complicati
Amanti e amati.
La nostra vita è quella che vogliamo
La complessità della semplicità e la fiducia davanti alle difficoltà.
Questa nostra casa è un nido, un letto, una luce soffusa
Pronta ad accogliere, non creata per allontanare.

Potremo mettere spaventapasseri ed inferriate,
Uomini neri alla porta e cani ululanti
Ma dentro, dentro questa CASA,
Dentro questi cuori
Non può,
Non deve
Finire
Questo senso di accoglienza che ancora permane.

COSA SAREMMO NOI,
NOI,
SENZA LA FIDUCIA
se non fantasmi, ombre nella notte tra molteplici solitudini?

La MATEMATICA certezza delle VARIABILI della VITA

L’incredibile capacità della vita di stupire

Mi riempie il cuore ogni volta

COME L’ARRIVO DELLA PRIMAVERA.

Le variabili matematiche nascoste negli atti giornalieri

Sconvolgono e stravolgono

Le decisioni pianificate

Le strade già fissate.

E tutto

IMPROVVISO

Cambia

Da oggi a domani

Da domani ad adesso

Da adesso ad adesso

VELOCE

Un attimo prima

Ci sentiamo sicuri e certi

POSITIVI

Poi

Un secondo dopo

Cadiamo….

NEGATIVI

Veloci e Impauriti

Nel buco nero

Degli IMPREVISTI

Aspettiamo

Attendiamo

Preghiamo

SOFFRIAMO

Per una LUCE

Una via d’uscita

Una soluzione al problema

DIVIDIAMO la speranza dalla realtà

NULLA ARRIVA

NULLA VA….

Poi

I PIU E I MENO si mescolano

Le soluzioni si MOLTIPLICANO

La vita si riattiva

RIPARTE

E ci ritrova in un secondo

Ad avere di nuovo

PIU VIE

PIU SCELTE

PIU STRADE

Nuove VARIABILI

Nuove FORMULE

Nuovi SORRISI

Adoro la Vita

Non spengo MAI la fiamma della SPERANZA

Nemmeno quando brilla piano

Ed è visibile solo nel NERO più BUIO

Perché ho la MATEMATICA certezza che

Con PAZIENZA

le DIVISIONI  diventeranno MOLTIPLICAZIONI

le SOTTRAZIONI diventeranno SOMME

dentro questa vita che non è mai UGUALE

che è sempre BELLA

come la PRIMAVERA.