Nati per essere liberi

20161001_132733

Semplice destino di albero,
insieme ad altri alberi,
che nascono e crescono
più vicini al cielo, piantati nella terra.
Radici che si toccano,
si accarezzano e lottano,
si avvinghiano e si ribellano.
Limpida vita di albero
che balla al ritmo delle stagioni
accoglie la pioggia come un dono
la neve che fa da coperta
e il sole è nettare di miele.
E noi umani sempre più distanti,
che neppure rammentiamo il suono del vento tra le sue foglie.
Triste vita dell’uomo di oggi
Cosi povera
Così lontana
Da questa NATURA CHE RESPIRA.

In compagnia di un fiore…

Sorrido nel pensare che vi starete chiedendo dove sono finita, magari persa nei meandri della strada, lontana…

Tuttavia eccomi qui, di ossigeno rinnovata, e con un vecchio cassetto riempito di foto e particolari nuovi per illuminare le mie e magari anche un pò le vostre giornate…

Ci siamo regalati un’altra settimana, di mare questa volta. Siamo stati a Ischia, isola ricca di colori e sole.

Inizio oggi la carrellata delle minuterie della natura, scoperte nell’isola inondata di luce.

Ah, dimenticavo….Ovviamente un abbraccio forte a tutti, vicini e lontani, nel riflesso pallido del fiore dello stagno….

Il tuo cuore lo porto con me…nel mio.

Il tuo cuore lo porto con me,
Lo porto nel mio,
Non me ne divido mai,
Dove vado io, vieni anche tu mia amata,
Qualsiasi cosa venga fatta da me, la fai anche tu, mia cara,
Non temo il fato, perché il mio fato sei tu, mia dolce,
Non voglio il mondo, perché il mio mondo, il più bello,
Il più’ vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo,
Radice di tutte le radici,
Germoglio di tutti i germogli,
Cielo dei cieli di un albero chiamato vita
Che cresce più alto di quanto l’anima spera
E la mente nasconde
La meraviglia che le stelle separa,
Il tuo cuore esiste nel mio…
Ecco il segreto più profondo
Che nessuno conoscerà’ mai
Radice delle radici
Germoglio dei germogli
E cielo dei cieli di un albero chiamato vita
Che cresce più alto di quanto l’anima possa sperare
Più vivo di quanto la mente possa celare
Prendo il tuo cuore lo porto con me…nel mio.

Edward Estlin Cummings

Nomination per una domanda interessante e sulla TERRA varie ed eventuali

E’ da tanto che non vengo chiamata in causa da un meme, per conoscersi un pò meglio…Forse sono uscita dal giro degli assidui dei blog, o forse semplicemente si è raggiunto un equilibrio…

In tutti i casi il merito di questo post e della nomination è di MAPINA . Che ringrazio di cuore. 😀

Le regole:
– indicare il blog che vi ha nominato e linkarlo
– inserire le regole di svolgimento
– scrivere sei cose che vi piace fare
– nominare altre sei persone affinché proseguano il meme (forse..)
– lasciare un commento sul blog dei sei prescelti amici memati

Le cose che mi piace fare? Scremando un pò, quelle che ora mi vengono in mente sono:

  1. Ascoltare il rumore dell’acqua, del mare o di un ruscello non importa, il suono di goccia contro goccia è una delle cose più belle secondo me.
  2. Stringere tra le mani il largo volto del mio AMORE, unico tra tutti.
  3. Sognare il mio futuro, arricchendolo ogni volta di dettagli.
  4. Scoprire il finale di un libro prima di leggerne la storia (lo so è un gesto quasi blasfemo per gli amanti dei libri…ma io sono TROPPO curiosa…)
  5. Fare la lotta con quel cucciolone di Orso Cane e osservare la sua fiducia incondizionata.
  6. Osservare i colori del mondo, gli incroci, le tonalità, il calore e bearmi di essi e del loro profumo.

I miei nominati? Allora…Zefirina (con affetto), Principasticcio (con curiosità), Pier (con nostalgia), Nelsoncocker (con vivacità), Mamma per sbaglio (con simpatia), Fabioletterario (con creatività). Se interessa mi farebbe piacere….

.

Approfitto per ricordarvi che oggi è il Earth Day, il giorno dedicato alla Terra, alle sue meraviglie, ai suoi particolari. E’ un bene immenso. Da amare. Da curare. Da proteggere.

Intanto andate QUA e scoprite di che verde siete 😉 !

Vi abbraccio forte tra le folate di vento e il profumo di fiori.