La notte

E così, quando nella notte avanzata
mi avventuro tra le coperte calde
dopo la sonnolenta sosta
tra le fauci assetate del divano grigio
E mi avvinghio come una armatura,
o una corazza a difendere i tuoi sogni più profondi,
Alla tua grande schiena,
E il tuo bacio mi accoglie,
Mi stringo più forte
E mi chiedo come potrei mai
Vivere
senza quel silenzioso momento notturno
In cui tutto si incastra al suo posto
E gli occhi si chiudono
Nel più pieno calore.

20140121-224858.jpg

La Nostra Casa…

Il clic del cancello
Passi morbidi di pietra ed erba
Saltellanti e mai sazi scalini
Lo sbloccarsi della serratura

E poi
Ambienti pieni ancora vuoti
Odore di polvere e vernice
Profumo di limone
Spazio d’ombra
Forato da spari di Tramonto
Arancio.
Spalanco i vetri
Esco e mi affaccio
Protetta

Si appoggia il cuore in petto
E sorride.

La Nostra Casa….

 

Natale a novembre?

Mondo sulle spalle……oggi giornata piena…non ho avuto un attimo di respiro pctra mail e riunioni…

Nel frattempo è incredibile quanto le persone sentano già l’arrivo del Natale…Gli accessi al blog sono più che triplicati in questo periodo, e tutti digitano nella rete le stesse parole…natale…NATALE…Natale…immagini natale….ecc.ecc.ecc.

Certo io non mi muovo all’ultimo minuto ma iniziare a pensare a Natale e regali più di un mese prima del 25 dicembre mi lascia l’impressione di anticipare i tempi… Vero è anche che nell’aria quello strano odore di festa si inizia a sentire di già, sarà forse colpa delle luminarie accese il 15 novembre per la città? Chissà…

Conosco una coppia che compra e si scambia sempre i regali a novembre così risparmia…tutti i gusti sono gusti, personalmente non c’è nulla di più bello di quei pacchetti colorati che luccicano sotto l’albero ingigantendo la curiosità dei futuri proprietari attimo dopo attimo prima della Vigilia… Di certo Orso gode di quei giorni in cui la mia curiosità fa da padrona indiscussa!

 E poi…tutta questa gente che passa dal blog….mi auguro che almeno qualcuno di quelli giunti per caso ritorni ogni tanto, passato il Natale…Che trovino comunque un motivo per tornare.

E dopo queste chiacchiere senza un filo e senza una morale vi posto una canzone di Ramazzotti, anche se so che alcuni di voi non lo apprezzano appieno. E’ una musica sull’onda dei ricordi, che ben si adatta al silenzio che finalmente si adagia come polvere sulle scrivanie dell’ufficio…Mi riporta a qualche anno fa, non per qualche evento in particolare collegato a queste note, quanto alla sensazione che provo a risentirla, alla memoria l’emozione di allora. Cliccate QUI per ascoltare, se volete.

Nel frattempo a voi mi rivolgo con un inchino lieve, vi saluto per oggi, spengo il computer e me ne vado a casa ok.