SI, VIAGGIARE.

VIAGGIARE PER ALLARGARE GLI ORIZZONTI, QUANTO È VERO, tanto quanto i panorami che ci si trova davanti agli occhi durante il viaggio, INFINITI.

BELLISSIMO VIAGGIARE.

Proprio per questo anche viaggiare richiede un certo CORAGGIO, per coloro che come ME, come tanti NOI, conoscono solo un minuto pezzo di MONDO, troppo piccolo per definirsi REALISTICO.
L’ignoto, la lingua, le ABITUDINI, possono diventare LIMITI.

L’ETÀ, altro grande paletto, pone nel cuore un TIMORE stupido quanto pesante, che è come la catena al collo del cane di casa.

Pare assurdo in questo mondo di voli low cost, di destinazioni Universo, di conoscenza globale, sentirsi inadeguati a viaggiare ma QUELLO CHE SCORGIAMO CON GLI OCCHI DELLA RETE SEMBRA SEMPRE PIÙ LONTANO DALLA MANO TESA ed è, a modo suo, il PIÙ GRANDE LIMITE.

Eppure CAPITA. Alle massaie che guardano la TV sommerse dal vapore caldo del ferro da stiro, agli uomini che al bar parlano dell’annuncio scovato sul giornalino gratuito delle auto usate “Tenuta benissimo, 100000 km, OCCASIONE”, agli adolescenti che sognano futuri non così lontani, a tutte quelle PERSONE che DAL PAESE, DALLE PERIFERIE, dall’ANONIMO PUNTO DI QUELLA ENORME CITTÀ si fanno vincere dall’INSICUREZZA DELL’IGNOTO, dall’INADEGUATEZZA nascosta nell’angolo buio della dispensa riempita di marmellate fatte in casa. 

L’ITALIA è anche questo, paese del MONDO tecnologia alla mano e PASSATO seduto di fianco alla porta di casa.

Bisognerebbe formarsi fin da BAMBINI a NON AVERE PAURA DI NULLA, a SFIDARE L’IMPOSSIBILE. Perché poi quando con le prime RUGHE si inizia a sentire sulle spalle il peso della propria vita il cuore cede sempre più spazio alla PAURA DELL’IGNOTO.

Quindi SI, VIAGGIARE, VIAGGIARE con nello sguardo lo stupore di un bambino, VIAGGIARE senza pensare a DOMANI, VIAGGIARE per ALLARGARE IL CUORE E GLI ORIZZONTI, per non far vincere la droga della quotidianità.
SFIDANDO I PROPRI LIMITI, A QUALSIASI ETÀ.

PERCHÉ NON ESISTE UN’ETÀ LIMITE PER SENTIRSI LIBERI.

Annunci

10 thoughts on “SI, VIAGGIARE.

  1. Moltissimi complimenti. Centro pieno su tutto.

    Se mi consenti, quando viaggiavo, ho visto moltissimi anziani alla scoperta di nuovi luoghi, così come moltissimi ragazzini appena adolescenti. Facevo la stessa riflessione qualche giorno fa. Quando avrò dei figli, al buon Dio piacendo, li congederò sin da subito con una buona dose di amorevoli “calci”. Dovranno capire da giovanissimi cosa significa essere cittadini del mondo, imparare il rispetto che si deve e quello che ci si deve aspettare. A non aver paura di gestire la paura, l’ansia, che inevitabilmente ti inghiotte quando sei a migliaia di chilometri dal tuo lido sicuro, quando sei in un luogo di cui non sai nulla, non conosci né lingua né abitudini.
    Ma, come sosteneva Proust, “il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nel trovare nuovi occhi”. E non è forse bellissimo?

    Liked by 1 persona

    1. Davvero bellissima la frase di Proust! E sono d’accordo anche io. Se come dici tu a Dio piacendo arriveranno prima o poi dei figli vorrei che capissero il valore del viaggiare senza paura dell’ignoto. So già che la difficoltà maggiore la troverò in me, non in loro.
      Grazie per la tua visita e buon respiro!

      Liked by 1 persona

  2. Belli come sempre i tuoi pezzi . Se ti posso portare la mia esperienza , viaggio e ho viaggiato un po’ per lavoro . È più facile di quello che possa sembrare. Se ti capita di andare a correre tutto sta nel mettersi le scarpe tuta e uscire . Poi vien da sé il resto .

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...