San Lorenzo+1

Stanotte sono riuscita a vedere le stelle. Ho capito perché si parla di sciame… in poco più di mezz’ora, al fresco della terrazza rivolta verso la campagna, Orso che mi sonnecchiava a fianco, ne ho scorte 25.  E come tutti, come i bambini, ogni volta la parola “bella…” risplendeva tra lingua e denti, in un sorriso. Sono di quelle magie che non ti abbandonano mai, le stelle cadenti e gli arcobaleni…Però San Lorenzo per me è anche la poesia di Pascoli, quella che ho amato di più, quella che ancora ricordo a memoria.

Quella che, rileggendola con gli occhi dell’ADESSO, più che mai è così REALE…

10 AGOSTO

San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla
arde e cade, perché si gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.
Ritornava una rondine al tetto:
l’uccisero: cadde tra spini:
ella aveva nel becco un insetto:
la cena de’ suoi rondinini.
Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell’ombra, che attende,
che pigola sempre più piano.
Anche un uomo tornava al suo nido:
l’uccisero: disse: Perdono;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono…
Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.
E tu, Cielo, dall’alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh!, d’un pianto di stelle lo innondi
quest’atomo opaco del Male!

Annunci

12 thoughts on “San Lorenzo+1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...